Trikonasana - Triangolo

Home » Asana » Triangolo

Tri = Tre 
Kona = Angolo  
Asana = Posizione

Posizione del triangolo o dei tre angoli. In questa asana le gambe assumono la forma di un triangolo allungato, con l’effetto di un intenso stiramento del busto e degli arti inferiori. Questa posizione ci insegna l’allineamento e il senso della direzione. Trikonasana riscalda il corpo, concentra il respiro al petto ed il suo fulcro è il braccio in alto.

 

Grande apertura classica: partendo da Tadasana, sollevate un piede a martello flettendo la gamba al ginocchio finché quest’ultimo superi l’ombellico, aprite lateralmente la coscia piegata e affondate con un passo abbondante (espirando). Inspirando stendete entrambe le gambe e riponete il busto in posizione centrale. Espirando assestate il bacino e allineate le anche in modo che siano entrambe parallele al pavimento; abbiate cura che i piedi siano perfettamente perpendicolari tra loro e che una linea immaginaria unisca il tallone del piede avanzato con l’arco plantare del piede arretrato.

- Inspirando, sollevate le braccia lateralmente, stendetele in alto e giungete il palmo delle mani oltre il capo. Allungate l’addome il dorso il torace e sollevate il diaframma. Trattenendo il respiro ponete le braccia parallele al pavimento e in linea con le spalle, cercate di conservare il sollevamento del diaframma e l’apertura del torace. Poi ruotate il capo nella direzione del piede avanzato e sporgetevi leggermente in avanti senza perdere l’allineamento delle braccia che rimangono ancora parallele al suolo e in linea con le spalle. Espirando flettete il busto lateralmente (immaginando di stare tra due pareti di vetro e conservando l’allineamento delle braccia), fino a porre la mano a terra. Inspirando ruotate il palmo della mano il alto, ed espirando ruotate il capo per osservarlo.    

- Per uscire, espirando, ruotate il capo verso la spalla in basso, flettete il ginocchio della gamba avanzata e posizionatevi in Virabhadrasana 1. Inspirando, sollevate le braccia tese fino ad unire i palmi al di sopra del capo, stendete la gamba avanzata e puntellate il tallone. Espirando, ponete i piedi paralleli tra loro, piegate il ginocchio della gamba arretrata e con un balzo (il piede che era fermo raggiunge quello che si era mosso) tornate nella posizione di partenza (Tadasana).

Allunga e distende considerevolmente tutta la muscolatura della colonna vertebrale, ne accresce la flessibilità e allevia il mal di schiena.

I nervi delle vertebre lombari sono tonificati e stimolati, ciò influenza direttamente tutti gli organi addominali, ed in particolare la regione genitale e il colon.

Massaggia e tonifica l’area pelvica, stimola gli organi addominali e migliora la digestione.

Restituire una grande mobilità al torace mediante l’azione alternata su metà di esso e rende la muscolatura intercostale più mobile e più agile; solitamente queste zone muscolari sono atrofizzate e non sviluppate proprio a causa di una superficiale e insufficiente respirazione. Trikonasana restituisce tonicità a questi muscoli. Ristabilisce l’equilibrio respiratorio e ossigena a fondo i due polmoni favorendone la ventilazione non soltanto nella parte intermedia, ma anche in quella superiore.

Tutta la muscolatura addominale ne risulta fortificata e tonificata, così come quella del collo.

I muscoli addominali obliqui e quelli dei fianchi sono anch’essi sollecitati quando il tronco si inclina per assumere la posizione e si rafforzano nel momento in cui il tronco riprende la posizione eretta.

Durante l’inclinazione laterale del tronco, viene favorito l’afflusso di sangue ossigenato nella parte dell’addome distesa e il deflusso di sangue venoso in quella compressa. Così facendo potremmo agire sistematicamente sul fegato(dx) e sulla milza(sx) a secondo del piegamento, facendo affluire o defluire il sangue da questi organi.

Allunga e rafforza cosce, ginocchia e caviglie. Irrobustisce i legamenti e migliora la flessibilità.

Allunga le anche, gli inguini, i tendini, i muscoli dei polpacci, le spalle, il torace e la colonna vertebrale.

Corregge la postura delle spalle e aiuta a curare le distorsioni al collo.

Volendo menzionare alcuni effetti estetici potremmo dire che Trikonasana rettifica le deviazioni della colonna vertebrale, corregge la postura delle spalle e aiuta a curare le distorsioni al collo, sviluppa il torace, lo ampia nei casi di rachitismo, tonifica i muscoli delle gambe, elimina i grassi e la cellulite dai fianchi e li rende elastici.

 
 

logo

Il portale dello Yoga

Indirizzo

Centro Studi Yoga
Via Alcide De Gasperi, 146
83100 Avellino
Italia

tel: 347 70 00 225
email: info@yoghiamo.it

Siti Amici

Facebook

Istruttori

Contattaci

La tua email (richiesta per una risposta)

Oggetto

Messaggio

Per info e segnalazioni contatta il webmaster